Al Cinema: Lucca

La stagione di Ezechiele prosegue con due eventi speciali: in prima visione E’ arrivata mia figlia e il Macbeth di Roman Polanski restaurato

è arrivata mia figliaA sorpresa siamo lieti di annunciarvi che la stagione di Ezechiele proseguirà con due fuori programma fino al 30 giugno con due proiezioni organizzate in collaborazione con il Cinema Astra. Martedì 23 giugno alle ore 21.30 sarà proiettato in prima visione assoluta, e reduce da un grande successo di pubblico al Festival di Berlino, il film brasiliano E’ ARRIVATA MIA FIGLIA  mentre Martedì 30 giugno sarà proiettato MACBETH di Roman Polanski, adattamento capolavoro del dramma di Shakespeare, nella versione restaurata. Per queste due serate biglietto di ingresso a 7 euro, ridotto a 5 euro per i soci di Ezechiele.

Martedì 23 giugno – Cinema Astra
Prime visioni
E’ ARRIVATA MIA FIGLIA
di Anna Muylaert, Brasile 2015 – 114′ con Regina Case, Michel Joelsas, Karine Teles
Da 13 anni Val lavora come tata di Fabinho a San Paolo. Finanziariamente stabile, convive con il senso di colpa per aver lasciato la figlia Jessica a Pernambuco, nel nord del Brasile, dai nonni. Per prender parte al test di ingresso all’università, Jessica decide di recarsi a San Paolo dalla madre. La sua scelta darà origine a una convivenza non facile in cui ognuno sarà influenzato dalla personalità e dal candore della giovane.
La regista Anna Muylaert riesce a raccontare, lontana da preconcetti ideologici, un rapporto di lavoro atipico, ma che esiste, senza mai però voler estremizzare il discorso.

Polanski-Macbeth-posterMartedì 30 giugno – Cinema Astra
Il grande cinema restaurato
MACBETH
di Roman Polanski, GB 1972 – 140′ con Jon Finch, Francesca Annis, Martin Shaw
Mentre cavalcano in una foresta, Macbeth e il suo compagno d’armi Banquo incontrano tre streghe che rivelano loro una profezia: Macbeth diventerà re mentre Banquo sarà padre di re. In effetti Macbeth cingerà la corona dopo aver ucciso, complice la moglie, il suo sovrano. Perché non s’avveri l’altra profezia, Macbeth paga due sicari per uccidere Banquo e suo figlio. L’amico viene ucciso, il giovane compie la vendetta e diventa il nuovo sovrano. Al suo primo film dopo l’assassinio della moglie Sharon Tate (1969), Polanski sottolinea i tratti “splatter”, ovvero più bui e violenti, della tragedia di William Shakespeare. Sceneggiatura del critico Kenneth Tynan.

 

Tags