programma settimanale

Il programma delle proiezioni dal 27 APRILE al 4 MAGGIO: la seconda settimana di Primavera d’essai – Una festa del cinema

Dal 21 aprile al 4 maggio il Cinema Artè di Capannori e l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca in Piazza San Martino saranno i luoghi in cui si svolgerà PRIMAVERA D’ESSAI – UNA FESTA DEL CINEMA rassegna di cinema organizzata dal Cineforum Ezechiele 25,17.

Per 14 giorni le due sale vedranno alternarsi film in prima visione, classici ed incontri sulla settima arte, tutti all’insegna del cinema di qualità.

Ecco il programma della seconda settimana della rassegna. Qui il programma completo.

 

Venerdì 27 aprile 2018 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Agnès Varda: premio Oscar alla Carriera 2018
CLEO DALLE 5 ALLE 7
di Agnès Varda – Francia, 1962 – 90’
con Corinne Marchand, Dorothee Blanck, Antoine Bourseiller

Una giovane cantante aspetta un referto medico, sicura di essere molto malata. D’un tratto, nella sua vita di ragazza egoista e viziata, s’insinua una nuova emozione che le apre gli occhi: la paura della morte. Il film è un ritratto di Clèo colta nell’ansia dell’attesa.

Sabato 28 aprile 2018 ore 20.45 e 22.30
Cinema Artè Capannori
Agnès Varda: premio Oscar alla Carriera 2018
VISAGES, VILLAGES
di Agnès Varda – Francia, 2017 – 89’ con JR, Agnès Varda
La regista Agnès Varda e l’artista francese JR si mettono in viaggio sulle strade della Francia alla ricerca di incontri spontanei o già organizzati. In auto e nel camion speciale di JR, lontano dalle grandi città, uniscono i loro due mondi per cercare di crearne altri.
“La meravigliosa libertà di Agnès Varda! La sua sincerità commovente. La leggerezza e l’allegria con cui fa cinema, e poesia, e memoria. Qui la questione non è mettere in scena una storia o un’idea, non si tratta di trasformare in film un soggetto, un progetto, una qualche morale o messaggio all’umanità. Il cinema ormai aderisce al suo corpo e ai suoi pensieri, sembra nascere mentre lo guardiamo (lo viviamo insieme a lei), è un’invenzione continua, che crea le sue regole in corso d’opera, reinventandosi instancabilmente, lasciandosi andare alla deriva delle digressioni (è un film che si diverte a smentire se stesso).” (Fabrizio Tassi, Cineforum)

Domenica 29 aprile 2018 ore 21.00
Cinema Artè Capannori
Prime visioni
NOME DI DONNA
di Marco Tullio Giordana – Italia, 2018 – 97’ con Cristiana Capotondi
Nome di donna, diretto da Marco Tullio Giordana, narra la storia di Nina (Cristiana Capotondi), una giovane madre single che all’inizio dell’estate decide di lasciare Milano e di trasferirsi con la figlia in un paesino della bassa Lombardia. Qui Nina trova impiego in una prestigiosa clinica privata per anziani, dove ha modo di relazionarsi con le altre donne che vi lavorano, alcune italiane e molte straniere. Questo luogo elegante e quasi fiabesco, però, cela uno scomodo segreto, legato al torbido sistema di favori messo in piedi da Marco Maria Torri (Valerio Binasco), il manager della struttura. Quando Nina scoprirà tutto, verrà inizialmente isolata dalle colleghe, preoccupate di perdere il posto di lavoro. Ma ben presto troveranno tutte la forza di affrontare il direttore e lanciarsi in un’avvincente battaglia per i loro diritti e la loro dignità di donne.
“E’ un film importante importante e da vedere assolutamente, che ci invita a riflettere su quante donne abbiano accettato come un dato di fatto, per decenni, una cultura della sopraffazione a cui ci si può ribellare e che si contrasta spezzando un silenzio che ha tutto l’amaro sapore di una complice omertà”. (Daniela Catelli – Comingsoon.it)

Lunedì 30 aprile 2018 ore 21.00
Cinema Artè Capannori
Premio Oscar Miglior film straniero 2018
UNA DONNA FANTASTICA
di Sebastian Lello – Cile, 2017 – 104′ con Daniela Vega, Francisco Reyes
La locandina del film mostra una donna che, in modo composto, resiste a un vento cattivo, armato di foglie morte e cartacce sporche. Sullo sfondo il muro imbrattato di scritte di un edificio decadente. L’immagine svela il contenuto di questo bel film cileno (selezionato per rappresentare il Cile ai premi Oscar 2018 nella categoria miglior film in lingua straniera) che racconta con sensibilità e affetto la storia di una persona fuori dal comune che con dolce determinazione combatte contro una vita dura, intrisa di violenza e di sopraffazione, per difendere il proprio diritto ad essere pienamente se stessa, ad amare e a essere amata. Una donna davvero fantastica! Vincitore del premio Oscar 2018 come miglior film straniero

Martedì 1 maggio 2018 ore 21.00
Cinema Artè Capannori
Prime visioni
THE CONSTITUTION – DUE INSOLITE STORIE D’AMORE
di Rajko Grlic – Croazia, 2016 – 93′ con Nebojsa Glogovac, Dejan Acimovic
Miglior Film al 40° Festival des Films du Monde di Montréal e pluripremiato al 18° Festival del Cinema Europeo di Lecce, The Constitution – Due insolite storie d’amore di Rajko Grlić si presenta come “una storia d’amore sull’odio”. In bilico tra dramma e commedia, un film di denuncia su questioni sociali, politiche ed etniche ancora irrisolte nei Paesi dell’ex Iugoslavia. Scritto dal regista croato e il suo amico di lunga data, Ante Tomić, The Constitutionoffre uno spaccato della moderna Croazia, che non riesce a liberarsi del peso del passato, sprofondando in un’atmosfera di odio e intolleranza. Attorno a quattro persone che vivono nello stesso palazzo ma sono profondamente diverse tra loro per posizione sociale, orientamento sessuale, idee politiche e religiose, ruotano due insolite storie d’amore sul sottofondo di uno struggente violoncello.

Mercoledì 2 maggio 2018 ore 17.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Incontri sul cinema
GENESIS
di Claude Nuridsany e Marie Pérennou – Francia-Italia, 2004 – 80’
Mescolando humour e serietà, innocenza e saggezza, un poeta musicista africano utilizza il linguaggio evocativo del mito e delle fiabe per raccontare la nascita dell’Universo, l’inizio infuocato del nostro pianeta e l’apparizione della vita sulla terra… la storia di tutti noi. Ci parla del tempo, della materia, della nascita, dell’amore e della morte. Gli animali sono i protagonisti di questa Genesi fiammeggiante moderna e senza tempo. Dopo sei anni passati sul film, questa è la seconda opera degli autori di Microcosmos.
La proiezione è in collaborazione con l’Opera del Duomo Centro di Arte e Cultura.

Mercoledì 2 maggio 2018 ore 21.15
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Roman Polanski: una vita da regista
ROSEMARY’S BABY – NASTRO ROSSO A NEW YORK
di Roman Polanski – Usa, 1968 – 136’
con Mia Farrow, John Cassavetes, Ruth Gordon
A New York una giovane coppia cerca casa. Lui, Guy, è un attore a inizio carriera; lei, Rosemary, è una ragazza di campagna. I due trovano un ampio appartamento in un elegante palazzo: quasi tutti gli altri inquilini sono anziani. Una sera i coniugi Roman e Minnie Castevet, vicini di appartamento, invitano la coppia a cena. Questo è solo l’inizio di un incubo per Rosemary da cui si risveglierà troppo tardi.

Scarica la scheda del film in pdf

Giovedì 3 maggio 2018 ore 16.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Incontri sul cinema
PORNOGRAFIA E SGUARDO FEMMINILE
In occasione del ventennale di Ezechiele e del Centro Donna di Lucca, organizziamo in collaborazione un primo momento di studio e riflessione su un argomento scomodo: il ruolo, la sensibilità, la produzione e la fruizione al femminile della pornografia. A parlarcene sarà Giorgia Serughetti, ricercatrice all’Università di Milano-Bicocca, che scrive di donne, migrazioni, asilo. È autrice di Uomini che pagano le donne (Ediesse), Chiedo asilo (Università Bocconi ed.), Libere tutte (Minimum Fax). Inoltre Marco Vanelli cercherà di fare chiarezza semantica e semiologica su concetti quali erotismo, pornografia, oscenità nel cinema.

Giovedì 3 maggio 2018 ore 21.00 Sabato 5 e Domenica 6 maggio ore 21
Cinema Artè Capannori
Prime visioni
LA CASA SUL MARE
di Robert Guediguian – Francia, 2017 – 93′ con
Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin
A Méjan, una cala marina tra Marsiglia e Carry, tre fratelli si ritrovano per vegliare il padre. Angèle, attrice con un lutto nel cuore, Joseph, professore col vizio della rivoluzione, Armand, ristoratore di anime, misurano la loro esistenza davanti all’ictus che ha colpito il genitore. Intorno alla sua eredità, la casa, il ristorante, la coscienza politica e quella sociale, fanno i conti col proprio passato che per Angèle non sembra mai passare. L’irruzione improvvisa di tre bambini, naufraghi sulle sponde del Mediterraneo, sconvolge la loro riflessione e segna un nuovo inizio.

Venerdì 4 maggio 2018 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Incontri sul cinema
Presentazione del libro di Maria Carla Cassarini
MIRAGGIO DI UN FILM: CARTEGGIO DE CASTRO-ROSSELLINI-ZAVATTINI
A seguire proiezione del film
INDIA: MATRI BHUMI
di Roberto Rossellini – Italia, 1959 -87’
Dall’idea di girare un film tratto da Geopolítica da Fome (1952 – tradotto in Italia nel 1954 col titolo Geografia della fame), uno dei libri più conosciuti del sociologo brasiliano Josué De Castro, nasce un progetto di portata internazionale che vede come protagonisti i massimi esponenti del neorealismo italiano Zavattini, Rossellini e Sergio Amidei insieme all’autore del saggio in questione, Deputato al Parlamento in Brasile, Fondatore e Presidente dell’Associazione Mondiale di Lotta contro la Fame, nonché ex Presidente del Consiglio della FAO. Ma come può un’impresa umanitaria, nata dal desiderio di sensibilizzare la popolazione mondiale sulla grave situazione di carenza alimentare in cui versa ancora gran parte dell’umanità, costituire anche un’occasione di rinnovamento culturale e di nuove prospettive cinematografiche? È quanto cercherà di approfondire questo “quasi-romanzo epistolare”, che si sofferma inoltre a scandagliare i rapporti tra i suoi protagonisti e le varie case di produzione, compresa la Arco-Film del livornese Alfredo Bini, per giungere non solo a definire i motivi che hanno costretto ad abbandonare un’opera tanto ambiziosa, bensì a rintracciare quanto oggi ne rimane (anche in ambito filmografico), riportando corrispondenze, interviste, testimonianze e altri documenti inediti provenienti dall’Archivio “Cesare Zavattini” di Reggio Emilia e dall’Archivio di Adriano Aprà (tra i maggiori esperti di Rossellini). Ingresso riservato ai soci e con abbonamento mensile/annuale alla proiezioni presso l’Auditorium FBML. Ingresso gratuito per i possessori dell’abbonamento della rassegna Primavera d’essai

Vuoi organizzare una proiezione de "L'allenatore errante"?
contattaci!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Clicca qui per restare aggiornato sul programma del Cineforum