programma settimanale

Il programma delle proiezioni dal 17 al 21 FEBBRAIO 2018

Sabato 17 e domenica 18 febbraio ore 18.00 20.30
Lunedì 19 febbraio ore 21.00
Cinema Artè Capannori
CHIAMAMI COL TUO NOME
Italia/Usa, 2017 – 132′ di Luca Guadagnino con Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg
Candidato a quattro premi Oscar (miglior film, miglior attore, miglior sceneggiatura non originale, miglior canzone)
A metà degli anni Ottanta, nell’Italia settentrionale, il diciassettenne Elio, l’unico figlio della famiglia italo-americana dei Perlman, si prepara ad affrontare un’altra noiosa estate nella villa dei genitori quando l’arrivo di Oliver sconvolge i suoi giorni. Accademico ventiquattrenne, Oliver è arrivato per aiutare il padre di Elio, insigne professore ed esperto di cultura greca. Durante le sei settimane di permanenza dell’ospite, Elio viene conquistato dal suo essere frizzante, spontaneo e affascinante.

Martedì 20 febbraio 2018 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
UN SACCHETTO DI BIGLIE
di Christian Duguay – Francia, 2017 – 110’ con Dorian Le Clech, Batyste Fleurial, Patrick Bruel
Ci sono tante prospettive per raccontare un avvenimento cruciale per l’umanità intera come l’olocausto. Christian Duguay, regista e co-sceneggiatore di Un sacchetto di biglie, ha deciso di adottarne una fanciullesca e forse ingenua, ma non per questo scarna di significato.
D’altro canto, il best seller omonimo da cui è tratto il film, scritto da Joseph Joffo che è anche il vero protagonista della storia, racconta l’epopea di una famiglia ebrea francese, ma soprattutto di due bambini (Joffo appunto e suo fratello maggiore), costretti ad attraversare la Francia a piedi per sfuggire alla persecuzione tedesca.
Il regista, dopo essersi a lungo confrontato con Joffo, ha dichiarato di aver capito due cose fondamentali che infatti sarebbero poi diventate le basi del film: la prima è che avrebbe dato maggiore spazio al cuore nascosto del libro, la figura del padre; la seconda è che quella narrata era una “storia così forte, ma soprattutto così sfortunatamente universale, che è impossibile non vederci l’attualità, la sofferenza, e sì, a volte i momenti di felicità delle popolazioni che si spostano oggi nel mondo” (Christian Duguay).

scarica la scheda in pdf

Mercoledì 21 febbraio 2018 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte – Gli hitchcockiani
OMICIDIO A LUCI ROSSE
di Brian De Palma – Usa, 1984 – 109’  con Craig Wasson, Melanie Griffith, Gregg Henry
Jake è un attore che soffre quando si trova in ambienti chiusi; licenziato, abbandona il set. Torna a casa e trova la moglie in compagnia di un altro uomo. Cerca di rifarsi una vita. Un collega, conosciuto per caso (almeno così sembra), gli presta una magnifica villa da cui, ogni sera, si vede, in una casa di fronte, una splendida ragazza nuda. Jake, naturalmente, se ne innamora e cerca disperatamente di incontrarla. Il film è la sintesi della retorica hitchcockiana, tra erotismo e ironia. Melanie Griffith riesce a imporre la sua presenza e si prenota per futuri successi. Brian De Palma è al massimo della forma.

scarica la scheda in pdf

Ezechiele

Commenta!

Clicca qui per commentare

Vuoi organizzare una proiezione de "L'allenatore errante"?
contattaci!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Clicca qui per restare aggiornato sul programma del Cineforum