Al Cinema: Lucca

Timbuktu di Sissako e La messa è finita di Moretti nel programma di Ezechiele del 21 e 22 aprile

timbuktuMartedì 21 aprile 2015 ore 21.30
Cinema Astra Lucca – Prime visioni
TIMBUKTU
di Abderrahmane Sissako – Mauritania/Francia 2014 – 97’ con Abdel Jafri, Hichem Yacoubi
Non lontano da Timbuktu, in pieno caos e occupata dai jihadisti, in una tenda tra le dune vive Kidane con la moglie e due figli adolescenti. Tutto è vietato, dalla musica al calcio, e le donne sono obbligate a mettere il velo. In un primo momento riescono a sfuggire a questa assurdità ma tutto cambia improvvisamente quando Kidane uccide accidentalmente un pastore che aveva massacrato il suo bue. Anche per lui e per la moglie arriverà l’assurda giustizia portata dagli invasori. Timbuktu di Sissako sa emozionare lo spettatore con alcuni momenti di grande impatto ed il caldo ritratto della realtà dell’insensata oppressione fondamentalista, regalando almeno una sequenza che da sola vale un film. E non è poco. E’ un film molto atteso questa prima visione di Sissako che chiude il ciclo di marzo e aprile, che raccontando del nord del Mali occupato per un breve periodo dagli Jihadisti non può non far pensare all’attualità dell’IS  e di Boko Haram. In occasione della proiezione del film sarà presente il Gruppo di Lucca 201 della Sezione italiana di Amnesty International.
Sarà pertanto possibile acquisire materiale informativo e firmare petizioni per la tutela dei diritti umani.

Mercoledì 22 aprile 2015 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Ezechiele 1985
LA MESSA  È FINITA
di Nanni Moretti – Francia, 1985 – 95’ con Nanni Moretti, Margarita Lozano
Orso d’Argento al Festival di Berlino
Nella settimana in cui esce nei cinema il suo nuovo film, vi proponiamo una della opere più significative di Nanni Moretti. Tornato nella Roma natia dopo dieci anni, Don Giulio si trova alle prese col dolore, i problemi, i drammi piccoli e grandi dei suoi parrocchiani. Oppresso da un forte senso d’impotenza, decide di andarsene. Uno dei film più riusciti di Moretti, il più grave e il meno nevrotico: la pena prevale sul sarcasmo, la costernazione sull’indignazione. Diverse sequenze memorabili, tra tutte la Messa che si interrompe sulle note di Ritornerai di Bruno Lauzi. Lì c’è tutto il cinema di Moretti.

. Qui tutto il programma di marzo e aprile

Tags