Eventi

La retrospettiva di GENNAIO è dedicata a JEANNE MOREAU – Questa settimana LA SPOSA IN NERO

Anno nuovo, il diciannovesimo di attività di Ezechiele (e il ventesimo dalla fondazione) con una nuova tessera dedicata ad una magnifica attrice, Jeanne Moreau, recentemente scomparsa. Vi proporremo quattro capolavori di cui è protagonista: Les Amants, Ascensore per il patibolo, Il treno e La sposa in nero. Quest’ultimo apre anche la successiva retrospettiva che si svilupperà a febbraio e dedicata a film ‘hitchcockiani’, capolavori di grandi registi influenzati nello stile e nell’atmosfera dall’arte di Sir Alfred.

Una novità per l’accesso alle proiezioni del mercoledì all’auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Saranno come di consueto riservate ai soci con una tessera supplementare rispetto a quella ordinaria. Avrà un costo di tre un euro per un mese di proiezioni, rinnovabile di volta in volta, oppure di dieci euro per tutto il 2018. Sarà possibile sottoscrivere la tessere la speciale, come la tessera socio ordinaria, prima delle proiezioni all’Auditorium.

Mercoledì 10 gennaio 2018 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Jeanne Moreau
ASCENSORE PER IL PATIBOLO
di Louis Malle – Francia, 1957 – 90’ con Jeanne Moreau, Maurice Ronet
Julien è l’amante della moglie del suo principale. La coppia progetta l’omicidio del povero marito, che va in porto. Per un banale contrattempo però, Julien resta chiuso nell’ascensore tutta la notte, mentre la sua auto viene rubata da un giovane teppista. Questi commette un omicidio, di cui viene incolpato proprio Julien, che non può dare alibi. E a nulla vale l’intervento in extremis dell’amante…Esordio di successo per Malle con questo film controverso, a ridosso dell’esplosione “Nouvelle Vague”. La messa in scena è accorta e la tensione manovrata con abilità. Di gran livello la colonna musicale, firmata da un Miles Davis in stato di grazia.

Mercoledì 17 gennaio 2018 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Jeanne Moreau
LES AMANTS
di Louis Malle – Francia, 1958 – 86‘ con Jeanne Moreau, Jean-Marc Bory
Jeanne Tournier, ricca e annoiata signora della borghesia di provincia, subisce e provoca il fascino del dandy parigino Bernard, fino a mettere in discussione l’agio e le certezze della vita coniugale.
Il terzo film di Malle provocò reazioni sdegnate da parte dei benpensanti e dell’organo di stampa ufficiale del Vaticano, quando nel ’59 fu presentato a Venezia nell’edizione premiata con il Leone d’argento. A turbare fu in particolare la scena d’amore notturna, con i due protagonisti illuminati dalla luna, che suscitò – fra gli altri – gli entusiasmi di François Truffaut.

Mercoledì 24 gennaio 2018 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Jeanne Moreau
IL TRENO
di John Frankenheimer – Usa/Francia, 1964 – 133’ con Burt Lancaster, Jeanne Moreau
Il film racconta un episodio abbastanza singolare della Resistenza francese. Mentre gli alleati si avvicinano a Parigi, un ufficiale tedesco carica un treno con opere d’arte trafugate che intende portare in Germania. Un ferroviere francese, membro della Resistenza, si adopera in ogni maniera per evitare che il cospicuo patrimonio finisca nel paese nemico. Tensione e ritmo grandiosi per interpreti che non deludono la loro fama e una regia che non sbaglia un colpo.

Mercoledì 7 febbraio 2018 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Jeanne Moreau / Gli hitchcockiani
LA SPOSA IN NERO
di François Truffaut – Francia, 1967 – 107’ con Jeanne Moreau, Michel Bouquet
Cinque perditempo provocano accidentalmente la morte di un poveretto che si è appena sposato. La vedova dedica la sua vita alla vendetta.
Da un romanzo di Cornell Woolrich, Truffaut realizza un ritratto femminile insieme dolente e glaciale. Julia, la disperata protagonista, cerca e uccide le sue vittime con la crudeltà di chi non ha più niente da perdere: solo con la loro morte si chiuderà il cerchio del suo amore impossibile. La Moreau è stupenda nella sua inquietante freddezza.