programma settimanale

il programma dal 25 al 29 NOVEMBRE 2017

Human Flow is a documentary directed by Ai Weiwei that explores the everyday lives of people fleeing various conflicts around the world.

Sabato 25 novembre 2017 ore 17.30 19.15
Domenica 26 novembre 2017 ore 17.30 19.15
Cinema Artè Capannori – Prime visioni
PADDINGTON 2
Gran Bretagna, Francia, 2017 – 95′
di Paul King con Hugh Grant, Brendan Gleeson, Julie Walters, Jim Broadbent, Peter Capaldi, Sally Hawkins, Hugh Bonneville, Samuel Joslin
L’orso Paddington vive felicemente con la famiglia Brown a Windsor Gardens. In occasione del centesimo compleanno della zia Lucy, Paddington trova il regalo perfetto ma un malitenzionato riesce a rubarglielo. Paddington e i Brown dovranno così ritrovare il ladro e il regalo.
Paul King riesce nell’impresa di realizzare un sequel migliore anche dell’originale. Un film semplice e piacevole, mai inutilmente frenetico o stupido, capace della giusta tensione adatta ai bambini e godibile anche per gli adulti. Il cast, tutti interpreti di primissimo ordine, recita con bravura e divertimento ed è supportato da una regia ed una cura tecnica ed estetica non comuni. In definitiva un film gentile – come il suo protagonista – divertente e narrativamente armonioso.

Sabato 25 novembre 2017 ore 21.00, Domenica 26 novembre 2017 ore 21.00
Lunedì 27 novembre ore 21.00
Cinema Artè Capannori – Prime visioni
UNA QUESTIONE PRIVATA
Italia, 2017 – 84’ di Paolo Taviani, Vittorio Taviani con Luca Marinelli, Lorenzo Richelmy, Valentina Bellè
Tornando alla villa dove ha conosciuto l’amata Fulvia, il partigiano Milton scopre che forse fra lei e il suo migliore amico Giorgio, anche lui combattente, potrebbe essere nata una storia d’amore. Nel tentativo di ricevere da Giorgio un chiarimento, Milton intraprende un viaggio attraverso il paesaggio verde e nebbioso delle Langhe che è anche un percorso di conoscenza: di se stesso, dell’animo umano e della barbarie insensata della guerra.
Paolo e Vittorio Taviani affrontano uno dei “testi sacri” della letteratura italiana, Una questione privata di Beppe Fenoglio, con il piglio autoriale che deriva loro da una lunga militanza cinematografica e da una conoscenza profonda della Seconda guerra mondiale e della lotta partigiana.

Martedì 28 novembre 2017 ore 21.15
Cinema Astra – Prime visioni
HUMAN FLOW
Germania/Usa, 2017 – 140’ di Ai Weiwei
Una fiumana di gente – oltre 65 milioni di individui – si muove in massa attraverso la terra e il mare, un esodo collettivo di proporzioni bibliche che allontana dalle loro radici e culture di origine intere popolazioni in fuga da conflitti, carestie, calamità naturali, povertà e persecuzioni. Questo racconta Human Flow (“flusso umano”, appunto) attraverso la testimonianza diretta di Ai Weiwei, l’artista cinese attivista per i diritti umani e ambasciatore di Amnesty International, che applica la propria sensibilità pittorica ai grandi scenari del presente. Dal lato contenutistico, quel che colpisce è infatti la magnitudo del fenomeno, descritta sia in termini numerici che attraverso inquadrature gigantesche, spesso filmate dall’alto, in cui i campi profughi e le colonne di migranti appaiono in tutta la loro immensità, ed allo stesso tempo in tutta la loro dimensione entomologica. Artisticamente quelle inquadrature sono la parte più riuscita di un film che, per impatto visivo, è paragonabile alle fotografie dei formicai umani di Sebastiao Salgado.

Mercoledì 29 novembre 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
I sentimenti di Jane Austen
SENSE AND SENSIBILITY (RAGIONE E SENTIMENTO)
Usa/GB, 1995 – 136’ di Ang Lee con Emma Thompson, Alan Rickman, Kate Winslet, Hugh Grant
v.o. inglese con sottotitoli italiani
Nell’Inghilterra di inizio ottocento, angustiate da improvvise ristrettezze economiche, le due sorella Dashwood cercano di trovare l’amore e il marito migliore. E’ un felice connubio l’incontro tra un regista orientale e un classico della letteratura britannica, sceneggiato da Emma Thompson, anche protagonista del film (vinse l’Oscar per la sceneggiatura). In un impianto che è la quintessenza british tra sonetti di Shakespeare, i balli a Londra, l’educazione, i sentimenti formali di quel tempo lo sguardo asiatico esalta i paesaggi, le residenze, i cieli e le piogge inglesi. Un capolavoro di adattamento e di leggerezza arricchito da un cast di attori tutti al meglio delle loro interpretazioni.

Ezechiele

Commenta!

Clicca qui per commentare