Al Cinema: Capannori

Al Cinema Artè di Capannori a grande richiesta rimane in programmazione ‘Suffragette’ sabato 19 e domenica 20 marzo

suffragette-locandina-italianaCinema Artè Capannori
Sabato 19 marzo ore 18.30,  20.30 e 22.30 
Domenica 20 marzo ore 18.30, 20.30 
SUFFRAGETTE
di Sarah Gavron – GB, 2015 – 105′ con Carey Mulligan, Meryl Streep, Helena Bonham Carter
Maud (Carey Mulligan) è una suffragetta e come tale fa parte di uno dei primi movimenti femministi della storia, impegnato a reclamare per le donne gli stessi diritti degli uomini contro uno Stato sempre più brutale. Senza essere principalmente donne delle classi più colte, le suffragette erano soprattutto lavoratrici che avevano visto fallire le loro proteste pacifiche e che avevano deciso di ricorrere a tutti i mezzi a loro disposizione per difendere la loro dignità, il loro lavoro, le loro case, i loro figli e le loro stesse vite.
Il movimento delle Suffragette è una pagina chiave della storia delle donne. Un plauso al coraggio di Sarah Gavron che ha affrontato il tema, finora assente dallo schermo, affondando il colpo mostrando momenti di estrema durezza, senza mai istigare lo spettatore alla lacrima facile.
Carey Mulligan si dimostra un’attrice sempre più matura e intelligente ed è pronta a sacrificare i propri vezzi per dare coerenza al suo personaggio. In prima visione assoluta per il circuito lucchese

Cinema Artè Capannori
Giornata Mondiale contro il razzismo
Lunedì 21 marzo ore 21.00
SELMA – LA STRADA PER LA LIBERTÀ
di Ava DuVernay – Usa, 2014 – 128’ – con David Oyelowo, Tom Wilkinson, Tim Roth
La storia dei tre tumultuosi mesi del 1965 durante i quali il riverito e visionario Martin Luther King (David Oyelowo) condusse una pericolosa campagna per garantire il diritto al voto ai neri contro una violenta opposizione bianca. L’epica marcia da Selma a Montgomery culminò con la firma del presidente Johnson (Tom Wilkinson) del Voting Rights Act, una delle vittorie più significative per il movimento dei diritti civili. Selma non è solo il primo biopic dedicato a Martin Luther King, ma anche uno dei rarissimi casi in cui il genere non scivola sulla buccia di banana dell’agiografia, raffigurando un personaggio straordinario con tutte le sue debolezze umane ed anche un certo opportunismo politico. Un film necessario, ben scritto, girato con partecipazione emotiva e ottimamente interpretato. Ingresso gratuito in collaborazione con il Comune di Capannori