Al Cinema: Capannori

Maraviglioso Boccaccio dei Fratelli Taviani è il film di Ezechiele al cinema Artè di Capannori il 14 e 15 marzo

maraviglioso-boccaccioSabato 14 e Domenica 15 marzo ore 19.00 e ore 21.30
Cinema Artè Capannori – Prime visioni
MARAVIGLIOSO BOCCACCIO
di Paolo Taviani e Vittorio Taviani – Italia, 2015 – 120′ con Kasia Smutniak, Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Kim Rossi Stuart
Lo sfondo è quello della Firenze trecentesca colpita dalla peste, che spinge dieci giovani a rifugiarsi in campagna e a impiegare il tempo raccontandosi delle brevi storie. Drammatiche o argute, erotiche o grottesche, tutte le novelle hanno in realtà un unico, grande protagonista: l’amore, nelle sue innumerevoli sfumature. Sarà proprio l’amore a diventare per tutti il migliore antidoto contro le sofferenze e le incertezze di un’epoca. C’è poca carnalità ma molto sentimento nella versione dei fratelli samminiatesi, che scelgono una piccola porzione del libro – 5 novelle – ma presentano per la prima volta e in modo estremamente efficace il prologo, ovvero la peste del 1348 a Firenze coi suoi terribili lutti, che induce 7 ragazze e 3 ragazzi a rifugiarsi in una casa in campagna per una sospensione del tempo mortale che occuperanno raccontando una novella a testa al giorno, per un totale di cento storie. E’ un bel film questo Maraviglioso Boccaccio che ci ha ricordato a tratti visivamente La notte di San Lorenzo, con un senso del bello che permea ogni fotogramma: dai volti splendidi delle attrici valorizzati in ogni particolare al paesaggio al pari protagonista che dà vita a presaghe apparizioni come l’albero le cui radici sembrano improvvisamente coprirsi di sangue, fino alle musiche di Rossini, Puccini e Verdi che si sposano in modo perfetto alle immagini, nella loro magica atemporalità .
E’ un film dove gli attori – scelti anche per ruoli in cui non ce li aspetteremmo – sono ben diretti ed efficaci ed è anche un lascito di speranza per le prossime generazioni, un’opera che affascina e al tempo stesso fa discutere. Perché, come accade con tutti i grandi autori, non c’è un solo Boccaccio ma tanti possibili e questo, prendere o lasciare, è quello di Paolo e Vittorio Taviani. (dal sito www.comingsoon.it)

Lunedì 16 marzo 2015 ore 21.30
Cinema Artè – Capannori
Un certo sguardo femminile
IN QUESTO MONDO LIBERO
Di Ken Loach – GB 2007 – 95’ con Kierston Waering, Juliet Ellis
Angie, poco colta ma ricca di iniziativa, viene licenziata dall’agenzia di reclutamento presso la quale lavora. Decide pertanto di aprirne una sua con l’aiuto della coinquilina Rose, che le due intraprendenti ragazze gestiscono dalla cucina di casa. La coppia si specializza nel trovare impiego agli immigrati alla ricerca disperata di un modo per sopravvivere. Tema centrale è il lavoro saltuario, a termine, (flessibile) nel mondo della “deregulation” e della globalizzazione. Loach non giudica Angie, così amabile e spietata, ma il sistema in cui prospera. Il film è preceduto alle 21.00 dalla proiezione di GIOVANNA (Italia, 1955 – 35’) di Gillo Pontecorvo, che racconta della lotta delle operaie delle industrie tessili pratesi contro i licenziamenti voluti dalla proprietà. Ingresso gratuito. La serata è organizzata da Ezechiele con il Comune di Capannori – Commissione Pari Opportunità, in collaborazione con la Consigliera di Parità della Provincia di Lucca, SPI-CGIL, Centro Donna, Città delle donne, CIF, SNOQ Teatro, Coordinamento Comunale Donne e Associazioni Femminili.

Biglietto intero sabato e domenica 6 euro
Biglietto ridotto 5 euro (bambini sotto 10 anni e soci di Ezechiele) – Biglietto famiglia: I nuclei familiari con almeno due adulti pagheranno un solo biglietto intero (6 euro), mentre tutti gli altri componenti (minori di 14 anni) pagheranno il biglietto ridotto (5 euro)

Info: 3477377003