Al Cinema: Lucca

Il programma di Ezechiele di Aprile 2017

Le proiezioni di aprile di Ezechiele si aprono con l’importante collaborazione con Lucca Film Festival 2017. Tutto il programma del festival lo trovate su www.luccafilmfestival.it e i tre appuntamenti in cui siamo direttamente coinvolti sono martedì 4 aprile con la serata dedicata a Valeria Golino che riceverà il Premio alla carriera e con la proiezione del film Per amor vostro di Giuseppe Gaudino , mercoledì 5 aprile con due appuntamenti dedicati a Roberto Rossellini con la presenza del figlio Renzo Rossellini, la proiezione de La presa del potere da parte di Luigi XIV e la presentazione del libro Rossellini, dal piccolo al grande schermo (Liguori Editore, 2016) alla presenza dell’autore, Paolo Licheri; e infine la presentazione del film Femminismo! in collaborazione con il Centro Donna.
Completano le prime visioni del mese film di sicuro interesse quali Il padre d’Italia con Luca Marinelli e Isabella Ragonese, l’acclamato e premiato Vi presento Toni Erdmann, la prima visione – per la nostra città – della versione originale con sottotitoli di La La Land e infine Les Sauteurs, straordinario documentario per la rassegna “Storie dell’altro mondo”, vincitore del Premio Ecumenico al Festival di Berlino.
L’artista del mese è il celebre fumettista e regista d’animazione Winsor McCay i cui cortometraggi saranno proiettati al Cinema Astra il martedì mentre la retrospettiva alla Fondazione Banca del Monte di Lucca è dedicata a Bette Davis, una delle attrici più eclettiche di Hollywood qui omaggiata per le sue performance dark e horror.
Buona visione!

Martedì 4 aprile 2017 ore 20.30
Cinema Astra – Conversazione con Valeria Golino
Consegna del premio alla carriera e proiezione del film
PER AMOR VOSTRO
Italia, 2015 – 110′- di Giuseppe M. Gaudino con Valeria Golino, Adriano Giannini
Anna è di Napoli ed è una donna che ha rinnegato la sua indole giovanile spavalda e ribelle, restando prigioniera di doveri familiari. Un nuovo lavoro e un nuovo amore le daranno la forza di tornare a vivere lontano dai suoi fantasmi. Vibrante e naif, coraggioso e postmoderno, Per amor vostro è originale nelle premesse e vitalissimo negli sviluppi. “Gaudino s’inventa un cinema paradossale, surreale perché contro le pretese del realismo, ma in grado di restituire una vera e propria visione del mondo, la visione indecisa e struggente, gioiosa e segnata di Anna. Andate e godetene tutti, questo è uno dei nostri migliori cinema possibili” (Giulio Sangiorgio, Film Tv). Meritata Coppa Volpi a Valeria Golino, la seconda, 29 anni dopo Una storia d’amore.

Scarica la scheda del film in pdf


Mercoledì 5 aprile 2017
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Lucca Film Festival Europa Cinema
Ore 17.00 Presentazione del libro ROSSELLINI. DAL GRANDE AL PICCOLO SCHERMO (Liguori Editore, 2016) alla presenza dell’autore, Paolo Licheri, e del regista Renzo Rossellini. Coordina Marco Vanelli
Ore 21.30 LA PRESA DEL POTERE DA PARTE DI LUIGI XIV
di Roberto Rossellini – Francia, 1966 – 90’
con Jean-Marie Patte,Raymond Jourdan – Introduzione a cura di Marco Vanelli e del regista e produttore Renzo Rossellini – In collaborazione con Cinit-Cineforum Italiano e Biblioteca Agorà del Comune di Lucca
Alla morte del suo ministro Giulio Mazarino (1602-1661), il giovane re Luigi XIV (1638-1715) riceve in eredità i suoi consigli politici che lo premuniranno contro la fronda dell’aristocrazia e un fedele servitore come Jean-Baptiste Colbert (1619-1683) che dirigerà abilmente la sua politica. Prodotto dall’ORTF (la TV pubblica francese) è un eccezionale e originale esempio sul modo di far storia al cinema: descritta con puntiglio cronachistico, la storia è rievocata con concretezza nelle sue radici politiche ed economiche. La descrizione dei meccanismi del potere e delle loro origini è illuminante, finalmente didattica come Rossellini teorizza.

Venerdì 7 aprile 2017 ore 17.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Lucca Film Festival Europa Cinema
FEMMINISMO!
di Paola Columba – Italia, 2017 – 58’ In collaborazione con Centro Donna Lucca
Uno sguardo militante sul ruolo della donna. Dalle battaglie femministe degli anni ’70 alle ragazze della Youtube generation che spesso si dichiarano “non femministe” ed equiparano il femminismo al maschilismo. Il corpo come strumento per conquistare popolarità, il sesso separato dall’identità, vecchi e nuovi stereotipi, dalla pubblicità alla TV, ai videogames. Mutilazioni sociali, violenza di genere, Pussy Riot e Femen.

Lunedì 10 aprile 2017 ore 21.00
Cinema Artè Capannori
Costruiamo ponti non muri
LE CONFESSIONI (Versione originale con sottotitoli)
di Roberto Andò, Italia, 2016 – 100’ con Toni Servillo, Daniel Auteuil, Pierfrancesco Favino
In un hotel di lusso sta per avere luogo un G8 in cui è previsto vengano approvate delle misure drastiche in materia economica. Con i ministri, ci sono anche il direttore del FMI e tre ospiti: una nota scrittrice di libri per bambini, una rock star e un monaco italiano. Dopo un tragico avvenimento la riunione viene sospesa e, nel clima di incertezza e paura che si è venuto a creare, i ministri si convincono che il monaco sappia più di quanto voglia fare apparire. È un’ottima occasione per vedere (o rivedere) un film dalle plurime letture nella sua versione originale in cui gli attori parlano ognuno nella propria lingua senza quel doppiaggio farlocco che appiattisce le voci e annulla le differenze.

Martedì 11 aprile 2017 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
IL PADRE D’ITALIA
di Fabio Mollo – Italia, 2017 – 93’ con Luca Marinelli, Isabella Ragonese
Paolo, trentenne alla ricerca della propria identità, si imbatte in un locale gay nella prorompente e problematica Mia, al sesto mese di gravidanza. I due si imbarcheranno in un viaggio on the road per trovare il padre della bimba che Mia sta aspettando. Due dei migliori attori italiani per un film delicato e poetico, ben curato nella regia, nel montaggio e nella scelta della colonna sonora.

La proiezione de Il padre d’Italia è rinviata a data da destinarsi.

Mercoledì 12 aprile 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
CHE FINE HA FATTO BABY JANE?
di Robert Aldrich – Usa, 1962 – 134’ con Bette Davis, Joan Crawford
Jane Hudson (Davis), ex bambina prodigio frustrata dagli insuccessi, vive da trent’anni in una vecchia casa con la sorella Blanche (Crawford), già diva degli anni ’30, paralitica dopo un incidente d’auto. Tra le due sorelle c’è un perverso rapporto sadomasochistico. Gioco al massacro tra una vittima che diviene carnefice e un carnefice che si trasforma in vittima, in bilico tra il melodramma e l’horror, è un capolavoro del grand-guignol cinematografico.

Martedì 18 aprile 2017 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
LA LAND LAND (Versione originale con sottotitoli)
di Damien Chazelle – Usa, 2016 – 128’ con Ryan Gosling, Emma Stone
Mia (Emma Stone), un’aspirante attrice, e Sebastian (Ryan Gosling), pianista jazz, incrociano le loro strade a Los Angeles. Entrambi sognatori, si innamorano e si ritrovano a condividere sogni, speranze e illusioni. Così come li ha uniti, la città può anche distruggerli: bilanciare amore e arte può risultare più difficile di quanto credevano. Nonostante la sorpresa degli Oscar, è sicuramente il film dell’anno. Ve lo proponiamo in versione originale con sottotitoli per apprezzarlo a pieno. Una splendida occasione per gustarlo per la prima volta o rivederlo.

Mercoledì 19 aprile 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
PIANO… PIANO, DOLCE CARLOTTA
di Robert Aldrich – Usa, 1966 – 133’ con Bette Davis, Olivia de Havilland, Joseph Cotten
Una bella del Sud vive 37 anni in una villa solitaria, tormentata dai ricordi dell’assassinio del fidanzato. Parenti infidi che mirano alla sua eredità la terrorizzano con macabre trovate. Sulla scia del successo di Che fine ha fatto Baby Jane? un thriller in cui Olivia de Havilland sostituisce la Crawford ammalata. L’anomala misoginia di Aldrich tocca qui il vertice del barocchismo.

Mercoledì 26 aprile 2017 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
CHI GIACE NELLA MIA BARA?
di Paul Henreid – Usa, 1964 – 115’ con Bette Davis, Karl Malden
A distanza di molti anni, le sorelle gemelle Edith e Margaret si rincontrano al funerale del marito di una di loro; Edith non ha mai perdonato all’altra di averle portato via con l’inganno l’uomo che amava. Ora che l’uomo è morto, Edith è pronta ad attuare la vendetta che medita da anni: uccidere la sorella e sostituirsi a lei. Un doppio ruolo per Bette Davis che riesce a galvanizzare un dramma turgido, effettistico e inverosimile, ma molto affascinante.

Martedì 2 maggio 2017 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
VI PRESENTO TONI ERDMANN
di Maren Ade – Germania, 2016 – 162’ con Peter Simonischek, Sandra Hüller
Ines è una consulente aziendale a Bucarest. Un giorno arriva in città il padre, persuaso che ella abbia progressivamente perduto la gioia di vivere. L’uomo, così, cambia aspetto e si trasforma in Toni Erdmann, cercando di cambiare in meglio la vita della figlia. Il rapporto tra i due diverrà davvero speciale. «Commedia intima e anarchica, interiorizzata e farsesca, sottile e divertente, che parla a tutti e parla dello stato del mondo, afflitto da un liberismo truculento e insensato. Insomma Vi presento Toni Erdmann della tedesca Maren Ade, autrice in gran crescita, è un capolavoro. Un’opera che cresce nella testa e nel cuore con il passare del tempo«. (Francesco Boille, Internazionale) Vincitore del premio come Miglior Film Europeo 2016

Mercoledì 3 maggio 2017 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Prime visioni – Storie dell’altro mondo
LES SAUTEURS
di Abou Bakar Sidibé, Moritz Siebert, Estephan Wagner – Danimarca, 2016 – 80’
Ecumenical Jury Award, Berlinale 2016
Sul Monte Gurugù intorno a Melilla, enclave spagnola in Marocco, vivono migliaia di migranti africani in attesa di riuscire a scavalcare la barriera di filo spinato che li separa dall’Europa. Una vita precaria, ma piena di progetti e futuro. Ad uno di loro, Abou originario del Mali, gli autori affidano una telecamera per raccontare la vita di questa comunità. Abou diventa l’occhio grazie al quale per oltre un anno incontriamo da vicino le persone, ascoltiamo le loro storie, viviamo la fame, la violenza, la paura, ma anche i loro gioiosi tentativi di esorcizzarla.

LUCCA FILM FESTIVAL E EUROPA CINEMA 2017
Saranno Oliver Stone, Willem Dafoe, Aki Kaurismaki, Olivier Assayas, Valeria Golino e Julien Temple i protagonisti del Lucca Film Festival e Europa Cinema 2017, la kermesse cinematografica che si terrà dal 2 al 9 aprile nelle città di Lucca e Viareggio. A ognuna delle pluripremiate star del cinema internazionale saranno dedicati omaggi con proiezioni, premi e incontri con il pubblico. Giunge inoltre alla seconda edizione il Concorso internazionale di lungometraggi, con 14 film in competizione da tutto il mondo, a cui si affiancheranno le Anteprime fuori concorso e il consueto appuntamento con il Concorso internazionale di cortometraggi, oltre a una celebrazione dei lavori dei registi Cristi Puiu, Bruno Monsaingeon e Giada Colagrande. Tutto il programma su www.luccafilmfestival.it
Per i soci di Ezechiele – dietro presentazione della tessera in corso di validità – riduzione sul biglietto del singolo evento e sugli abbonamenti giornalieri e complessivi.

L’ARTISTA DEL MESE: WINSOR McCAY
L’artista del mese di aprile è Winsor McCay (1869-1934). Prolifico ed eclettico artista, fu pioniere del fumetto e del cinema d’animazione.
Le sue strisce Little Nemo in Slumberland (1905) e Dream of the Rarebit Fiend (1914) erano entrambe ambientate nei sogni dei loro personaggi e caratterizzate da un tocco di arte fantasy che tentava di richiamare l’atmosfera e le sensazioni della dimensione onirica. I fumetti di McCay non furono mai popolarissimi, ma ebbero sempre un forte seguito grazie anche al suo stile grafico molto espressivo. Winsor McCay ha anche realizzato alcuni importanti film di animazione, in cui ogni singolo fotogramma veniva disegnato a mano dallo stesso artista. Nel cortometraggio in tecnica mista Gertie il dinosauro univa animazione e vaudeville, portando nei teatri il suo film del “dinosauro ammaestrato” e interagendo con esso durante gli spettacoli. Ogni martedì al cinema Astra (eccetto il 4 aprile), prima del film in prima visione, vi presenteremo una selezione dei suoi film di animazione.