Al Cinema: Lucca

Bette Davis (Dark) Eyes è la retrospettiva di aprile di Ezechiele

Ruth Elizabeth Davis, detta Bette (Lowell, 5 aprile 1908 – Neuilly-sur-Seine, 6 ottobre 1989), è stata una delle più celebri attrici di Hollywood.
Il suo mito sarà per sempre legato a personaggi di donne dal carattere forte e deciso, come Margo Channing nel film Eva contro Eva (1950), a cui aderì perfettamente con le sue grandi doti recitative.
Bette Davis fu nominata undici volte al Premio Oscar vincendolo in due occasioni: nel 1936 per la sua interpretazione in Paura d’amare e nel 1939 per il film Figlia del vento. L’American Film Institute ha inserito la Davis al secondo posto tra le più grandi star della storia del cinema.

Nella breve retrospettiva che le dedichiamo ci soffermiamo in modo particolare sulle performance dark della sua carriera. Siamo nel 1962 e dopo una parentesi infelice della propria carriera, si riscattò grazie a Che fine ha fatto Baby Jane? , diretto da Robert Aldrich, capolavoro in stile Grand Guignol, in cui fu strepitosa, grazie al suo travolgente istrionismo, nel ruolo di una ex-bambina prodigio malata di mente che vessa crudelmente la sorella (interpretata dalla sua storica rivale, Joan Crawford), paralizzata in seguito ad un incidente. Il film ottenne un grandissimo successo internazionale, e l’interpretazione dell’attrice fu apprezzatissima sia dal pubblico che dalla critica, tanto da meritare una nomination all’Oscar.

Nel 1964 la Davis ottenne un nuovo successo con la sua performance nell’horror gotico Piano… piano, dolce Carlotta, sempre per la regia di Aldrich, in cui impersonò un’anziana bellezza del Sud. Successivamente l’attrice riceverà poche proposte di alto livello, e quasi tutte per parti secondarie in film del terrore. A completare il trittico un altra performance dark con un doppio ruolo nel meno celebre Chi giace nella mia bara?

Mercoledì 12 aprile 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
CHE FINE HA FATTO BABY JANE?
di Robert Aldrich – Usa, 1962 – 134’ con Bette Davis, Joan Crawford
Jane Hudson (Davis), ex bambina prodigio frustrata dagli insuccessi, vive da trent’anni in una vecchia casa con la sorella Blanche (Crawford), già diva degli anni ’30, paralitica dopo un incidente d’auto. Tra le due sorelle c’è un perverso rapporto sadomasochistico. Gioco al massacro tra una vittima che diviene carnefice e un carnefice che si trasforma in vittima, in bilico tra il melodramma e l’horror, è un capolavoro del grand-guignol cinematografico.

Mercoledì 19 aprile 2017 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
PIANO… PIANO, DOLCE CARLOTTA
di Robert Aldrich – Usa, 1966 – 133’ con Bette Davis, Olivia de Havilland, Joseph Cotten
Una bella del Sud vive 37 anni in una villa solitaria, tormentata dai ricordi dell’assassinio del fidanzato. Parenti infidi che mirano alla sua eredità la terrorizzano con macabre trovate. Sulla scia del successo di Che fine ha fatto Baby Jane? un thriller in cui Olivia de Havilland sostituisce la Crawford ammalata. L’anomala misoginia di Aldrich tocca qui il vertice del barocchismo.

Mercoledì 26 aprile 2017 ore 21.30
Auditorium Fondazione Banca del Monte di Lucca
Bette Davis (dark) Eyes
CHI GIACE NELLA MIA BARA?
di Paul Henreid – Usa, 1964 – 115’ con Bette Davis, Karl Malden
A distanza di molti anni, le sorelle gemelle Edith e Margaret si rincontrano al funerale del marito di una di loro; Edith non ha mai perdonato all’altra di averle portato via con l’inganno l’uomo che amava. Ora che l’uomo è morto, Edith è pronta ad attuare la vendetta che medita da anni: uccidere la sorella e sostituirsi a lei. Un doppio ruolo per Bette Davis che riesce a galvanizzare un dramma turgido, effettistico e inverosimile, ma molto affascinante.