Al Cinema: Lucca Eventi

Un’antologia di film di Norman Mc Laren come evento speciale collaterale alla mostra ‘Sguardi Paralleli’

In occasione della mostra Sguardi paralleli: Mario Ballocco / François Morellet, curata da Paolo Bolpagni e allestita dal 24 marzo al 26 giugno – con ingresso gratuito – nella sede espositiva del Complesso Monumentale di San Micheletto, la Fondazione Ragghianti ha organizzato un ciclo di eventi collaterali dedicati al tema del movimento, del cinetismo e della visione e ai rapporti tra cinema e arti visive, realizzati in collaborazione con il Circolo del Cinema di Lucca e con il Cineforum Ezechiele.
Il programma delle manifestazioni, curato da Paolo Bolpagni e Alessandro Romanini, parte venerdì 15 aprile alle ore 21 con la proiezione di un’antologia di film, estremamente rari e poco conosciuti in Italia, del regista scozzese di film d’animazione Norman McLaren (1914-1987), vincitore nel 1953 del Premio Oscar. La serata è organizzata in collaborazione con il Cineforum Ezechiele.

Venerdì 15 aprile, ore 21, Sala conferenze “Vincenzo da Massa Carrara”, via San Micheletto 3, Lucca
Proiezione di un’antologia di film di Norman McLaren in collaborazione con il Cineforum Ezechiele
Introduzione alla visione a cura di Marco Vanelli
Nato in Scozia nel 1914, ma americano d’adozione, Norman McLaren è tra i più importanti autori di disegni animati non narrativi (spesso non figurativi) della storia del cinema. Il suo percorso creativo lo ha portato dai primi film pubblicitari per le Poste Britanniche fatti negli anni Trenta al National Film Board canadese, dove approda negli anni Quaranta e può mettere a punto la sua tecnica di pittura direttamente su pellicola. Inizialmente teso a realizzare film astratti, di puro ritmo e colore, il cinema di McLaren si è andato affinando col tempo, soprattutto in rapporto con la colonna sonora, ottenendo magnifici esempi di sinestesia filmica in cui suono e suggestioni visive si rincorrono e si fondono in un unico risultato. Inoltre, mettendo a punto nuove forme di animazione, McLaren ha saputo dar forma a elaborazioni ottiche lavorando su figure geometriche, variazioni luministiche e cromatiche, sincronie musicali sintetiche. Artista a tutto tondo, ha saputo utilizzare il cinema con un controllo totale sulla pellicola, su ogni singolo fotogramma, spingendo l’occhio di chi osserva verso nuove esperienze percettive. Durante la serata saranno presentati alcuni dei più significativi lavori di McLaren, contestualizzandoli storicamente e offrendoli al piacere visivo e uditivo degli spettatori di oggi.

Tags