Al Cinema: Capannori Al Cinema: Lucca

Tim Burton ad Artè e ‘I toni dell’amore’ all’Astra. Due prime visioni con Ezechiele

Dopo le feste riprende con i ritmi ordinari la programmazione di Ezechiele. Oltre alle proposte del week-end a Capannori (Cinema Artè) riprendono le proiezioni a Lucca al Cinema Astra con la prima visione assoluta de ‘I toni dell’amore – Love is strange’. Le proiezioni all’Auditorium Fondazione Banca del Monte in Piazza San Martino a Lucca ripartiranno a fine mese. Ecco il programma della settimana nel dettaglio

cinema-astraPiazza del Giglio – Lucca
530 posti
Apertura cinema ore 21.00
Ingresso riservato ai soci con tessera 2015. Biglietto 5 euro – Info: 3477377003
Scarica qui il modulo per il tesseramento da compilare e consegnare alla cassa

 

i toni dell'amore locandinaMartedì 13 gennaio 2015 ore 21.30
Cinema Astra Lucca – Prime visioni
I TONI DELL’AMORE – LOVE IS STRANGE
di Ira Sachs – Usa, 2014 – 98’ – con Marisa Tomei, John Lithgow, Alfred Molina
Delicato e intimo ritratto della relazione di Ben e George, un’anziana coppia gay, che dopo quarant’anni decide di sposarsi. Ma la notizia giunge alla scuola cattolica dove insegna George che viene bruscamente licenziato. Non potendosi più permettere il loro appartamento a New York, Ben e George dovranno trovare una soluzione e vivere temporaneamente separati. Trovare un film che affronti con la stessa chiarezza e semplicità la questione del matrimonio tra omosessuali e le sue possibili conseguenze al livello sociale è raro. Un approccio diretto, quotidiano, che rappresenta la ricchezza di un film che, nei suoi momenti migliori, sa essere commovente e coinvolgente.
Il film è preceduto alle ore 21.15 dal cortometraggio Palline di pane (ita, 2014 – 11’) scritto da Matteo Agamennone (vincitore nella sezione ‘Corti’ del Premio letterario Racconti nella rete – LuccAutori) e realizzato da Giuseppe Ferito.
Logo artèVia Carlo Piaggia – Capannori
180 posti
Apertura cinema: sabato e domenica ore 17.30 – lunedì ore 20.30
Biglietto intero 6 euro
Biglietto ridotto 5 euro (bambini sotto 10 anni e soci di Ezechiele) – Biglietto famiglia: I nuclei familiari con almeno due adulti pagheranno un solo biglietto intero (6 euro), mentre tutti gli altri componenti (minori di 14 anni) pagheranno il biglietto ridotto (5 euro)

 

 

 

PADDINGTONSabato 10 e Domenica 11 gennaio ore 18.00
Cinema Artè Capannori –  Prime visioni
PADDINGTON
GB, 2014 – 95′ – di Paul King. Con Ben Wishaw, Nicole Kidman, Jim Broadbent
Protagonista del film è un giovane orso cresciuto nel profondo della giungla peruviana con la zia Lucy che, ispirata dall’amicizia con un esploratore inglese, lo ha allevato insegnandogli a preparare marmellate, ad ascoltare la BBC e a sognare una vita eccitante a Londra. Quando un terremoto distrugge la loro casa, la zia Lucy decide che è giunto il momento di “spedire” il suo giovane nipote in Inghilterra in cerca di una famiglia per una vita migliore. Confidando nella gentilezza di qualche anima buona lega un’etichetta al collo del nipote che scritto semplicemente: “Per favore prendetevi cura di questo orso. Grazie”…Munito di montgomery, cappellino ed inseparabile valigetta, l’orso arriva nella città che aveva tanto sognato, ma si perde alla stazione di Paddington e capisce che la vita in città non è esattamente come se la immaginava. In suo soccorso arrivano i Brown, una gentile coppia che si offre di ospitarlo.

 

Big-Eyes-movie-posterSabato 10 e Domenica 11 gennaio ore 20.00 e 22.00
Cinema Artè Capannori –  Prime visioni
BIG EYES
USA, 2014 – 106′ – di Tim Burton. Con Amy Adams, Christoph Waltz, Danny Huston
Il film ripercorre l’incredibile storia dei coniugi Keane. Usa, fine anni ’50: Margaret, pittrice di talento ma costretta a lavorare come ritrattista per strada, conosce Walter, agente immobiliare con la passione per la pittura. I due si innamorano e decidono di sposarsi. I primi tempi trascorrono felici, finché Walter non inizia a spacciare come propri i bellissimi quadri realizzati dalla moglie. Scoperto l’inganno, Margaret inizialmente non si oppone. Lentamente la situazione si fa però insostenibile e la donna decide di intraprendere un’azione legale contro il marito allo scopo di vedere riconosciuta la paternità delle proprie opere. Con Big Eyes Burton mette da parte le fiabe per dedicarsi a una storia vera, raccontata tuttavia secondo lo stile visivo che contraddistingue da sempre il suo lavoro, fatto di mille colori e grandi occhi.