Al Cinema: Lucca

I film di Ezechiele per la fine di maggio: “La cuoca del Presidente” e il clou verdiano con “Addio del passato” e “Quartet”

La-cuoca-del-Presidente-Poster-586x846Due serate da non perdere nell’ultima settimana di maggio. Martedì torna la commedia francese, sempre gradita dai soci di Ezechiele, con La cuoca del presidente in prima assoluta a Lucca. Mercoledì invece abbiamo il clou della rassegna dedicata a Giuseppe Verdi per i duecento anni dalla nascita. In collaborazione con l’Associazione Musicale Lucchese vi proponiamo infatti due film, Addio del passato di Bellocchio e Quartet di Dustin Hoffman, e uno speciale brindisi.

Martedì 28 maggio 2013 ore 21.30
Prime visioni
LA CUOCA DEL PRESIDENTE
di  Christian Vincent – Francia 2012 – 95’ con Catherine Frot, Jean d’Ormesson
Hortense Laborie, chef di punta del Perigord, si stupisce quando il presidente della Repubblica francese in persona la sceglie come sua cuoca personale, nominandola responsabile della preparazione di tutti i suoi pranzi all’Eliseo. Nonostante l’invidia e la gelosia degli altri membri dello staff della cucina, Hortense riesce sin da subito a imporsi tra i fornelli grazie al suo carattere indomito e la semplicità dei suoi piatti seduce il palato del presidente più del previsto tanto che tra le stanze del potere la sua locandina-per-addio-del-passatopresenza comincia a generare qualche sospetto di troppo.  Un film dalla conduzione felpata e magari un po’ leziosa, garbato e rassicurante.Un inno alla cucina francese e ai sapori della sua tradizione, in un film gradevole e ben recitato ispirato ad una storia vera. Sono le ricette a farla da padroni, insieme alla celebrazione dei sapori della tradizione e del buon cibo. D’altronde come diceva Montesquieu: ‘Diffidate delle diete, una salute conservata con una dieta troppo severa è come una noiosa malattia’.

Mercoledì 29 maggio 2013  
Lucca in Musica 2013 – W Verdi
Ore 20.00 ADDIO DEL PASSATO
di Marco Bellocchio – Ita, 2002 – 47’
Bellocchio segue passo passo La Traviata e contemporaneamente ci racconta Piacenza; il dialetto assume le stesse cadenze musicali delle arie; le protagoniste e le scenografie si susseguono e si intrecciano. C’è Eleonora, una ragazzina che ha imparato a cantare tutta l’opera a orecchio, ascoltando i cd; poi Valeria  Ferri che interpreta Violetta per gli Amici della lirica, e Giovanna Beretta a Palazzo Anguissola, manifesto-quartetElena Rossi al Teatro municipale, Daniela Pilli che fa il Brindisi“ in trattoria con i coristi. C’è la voce della Callas che interpreta proprio Addio del passato, e una sua fotografia, sulla quale va a stringere la macchina da presa.
a seguire  LIBIAMO NE’ LIETI CALICI
Rinfresco e brindisi a Giuseppe Verdi nel duecentenario dalla nascita
ORE 21.30 QUARTET (v.o. con sottotitoli)
di Dustin Hoffman – Gb, 2012 – 95’ con Maggie Smith, Tom Courtenay
Wilf e Reggie, amici di lunga vita, si sono ritirati a vivere insieme all’ex collega Cissy in una casa di riposo per cantanti lirici in pensione. Come d’abitudine, per l’anniversario della nascita di Giuseppe Verdi, tutti i cantanti ospiti della residenza stanno preparando un concerto per raccogliere fondi ma l’improvviso arrivo di Jean rischia di far saltare il tutto. Con la sua presenza da ex primadonna dell’opera ormai caduta in disgrazia ed ex moglie di Reggie, nonché quarto componente del quartetto che formavano con Wilf e Cissy, Jean fa infatti riemergere durante le prove antichi rancori mai superati, surriscaldando il temperamento degli altri tre ex colleghi.
L’esordiente 75enne Dustin Hoffman riempie la vicenda di ironia e dirige con tocco leggero un team di attori straordinari. La sceneggiatura firmata dallo stesso autore della pièce cui si ispira è molto ben calibrata seppur schematica ma il gioco nel complesso funziona bene. Imperdibili i titoli di coda.
Ingresso gratuito per i soci in collaborazione con l’Associazione Musicale Lucchese

Ezechiele

Commenta!

Clicca qui per commentare