Approfondimenti

Kafka e il cinema

Mercoledì 5 ottobre 2011
I focus di Ezechiele
Kakfa e il cinema

Ore 17.00
INTERVISTA
di Federico Fellini, Italia 1987 – 105’
con Sergio Rubini, Marcello Mastroianni
Ore 19.00
DELITTI E SEGRETI
di Steven Soderbergh, Usa 1991 – 97’
con Jeremy Irons, Theresa Russell
Ore 21.00
K. (METAMORPHOSIS)
di Lorenza Mazzetti, Gb 1953 – 20’
Ore 21.45
IL PROCESSO
di Orson Welles, Ita/Fra 1963 – 118’
con Anthony Perkins, Jeanne Moreau

Di Franz Kafka il cinema si è occupato a più riprese, sia con dei film direttamente tratti dalle sue opere, sia con quelli che possono essere definiti “kafkiani”. Questi ultimi sono talmente tanti e variegati che non merita qui menzionarli. Dei primi, invece, è d’obbligo ricordare quelli ispirati ai tre romanzi: Il processo (1962) di Orson Welles; Delitti e segreti (1991) di Steven Sodebergh, un film ingiustamente bistrattato, che si rifà a Il castello; e anche Intervista (1987) di Fellini dove il regista finge di essere impegnato a realizzare una trasposizione di America (e chissà cosa sarebbe stato se l’avesse fatto davvero…). E poi ci sono i racconti, il più noto dei quali è La metamorfosi. Anche qui i titoli non mancano: per esempio il divertente Franz Kafka’s It’s a Wonderful Life (1995), di Peter Capaldi, premiato con l’Oscar per il miglior cortometraggio. Ma il primo e più importante dei film ispirati a Kafka e alla Metamorfosi è K (1953) di Lorenza Mazzetti, l’italiana che fondò il Free Cinema. Si tratta di un’opera di eccezionale importanza storica, realizzata in modo rocambolesco dalla poliedrica Lori, forte della sua ispirazione e di una sana sfrontataggine giovanile. Quel film, di cui si parla nelle Storie del cinema ma che ben pochi oggi possono dire di aver visto, è stato restaurato da parte del Cinit e viene qui presentato in anteprima assieme al fascicolo n. 168 di «Cabiria», dedicato proprio al rapporto tra la Mazzetti e Kafka.

Ezechiele

1 Comment

Clicca qui per commentare