programma mensile programma settimanale

Riprendono le proiezioni di Ezechiele – Il programma di ottobre e novembre 2020

La vita nascosta di Terrence Malick

Ripartiamo con entusiasmo, per il momento solo al cinema Astra.
Si riparte seguendo scrupolosamente tutte le direttive anti-contagio per cui: mascherina in sala, sedute con distanziamento, misurazione della temperatura, igienizzazione.
Piccoli accorgimenti, che sono entrati ormai nel nostro quotidiano, per godere in tranquillità della visione del cinema in sala.
Ci sono alcuni cambiamenti organizzativi: il tesseramento – sia di prima adesione che il rinnovo – si effettua online ed è attivo il sistema di prenotazione web dei biglietti. In questo modo riduciamo il consumo e la circolazione di materiale cartaceo e riduciamo i tempi in biglietteria.

Per il tesseramento è necessario compilare il form di richiesta mentre qui sotto, per ogni film, trovate il link per la prenotazione dei biglietti. La prenotazione dei biglietti è fortemente consigliata sopratutto perchè in questo modo abbiamo già in anticipo l’elenco dei nominativi senza dover raccoglierli in biglietteria come da disposizioni anti-covid.
Il programma di questi due mesi vede una bella serie di film in prima visione e le proposte del Cinema Ritrovato a cura della Cineteca di Bologna, il cui catalogo 2020/21 sarà interamente proiettato da Ezechiele.
Vi aspettiamo!

Martedì 6 ottobre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Il cinema ritrovato
THE ELEPHANT MAN

di David Lynch – Usa, 1980 – 124′
con John Hurt, Anthony Hopkins, Anne Bancroft
v.o. con sottotitoli – Restauro in 4k
Siamo nel 1980 e un nuovo autore sta nascendo nel cinema Americano. Alla sua opera seconda (dopo il disturbante Eraserhead) David Lynch offre al mondo un capolavoro che riproponiamo grazie al restauro della cineteca di Bologna. La storia (vera ma trasfigurata in chiave di fiaba) di John Merrick, affetto da una malattia che gli deforma il viso e lo espone agli sguardi cinici e umilianti dei suoi concittadini londinesi dell’Inghilterra vittoriana, è un classico imperdibile confezionato in un raffinatissimo bianco e nero ed è una parabola ancora modernissima sul rapporto tra normalità e diversità, mostruosità apparente (quella di John) e reale (quella crudele dei “normali” che lo circondano). – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 13 ottobre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
LA VITA NASCOSTA – A HIDDEN LIFE

di Terrence Malick – Usa, 2019 – 173′
con August Diehl, Valerie Pachner
Malick torna alla narrazione classica dopo l’ostico Voyage of time e ritrova il miracoloso equilibrio delle sue opere migliori riabbracciando i temi a lui cari dell’uomo conteso tra natura e civiltà e sospeso tra istinto e ragione. Nella storia, vera, del contadino austriaco Franz Jägerstätter, che nel 1943 non si piega alla logica prevaricante del nazismo e che, per fedeltà alla sua fede cristiana, si rifiuta di arruolarsi nell’esercito hitleriano, Malick proietta le sue riflessioni sull’esistenza e immerge i personaggi nella splendida cornice delle vallate alpine dove la vita vorrebbe seguire i ritmi della natura ma la realtà umana impone altre scelte. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 20 ottobre 2020 ore 19.00
Cinema Astra – Il cinema ritrovato
CARO DIARIO

di Nanni Moretti – Italia, 1993 – 100′
con Nanni Moretti, Renato Carpentieri
Quando Nanni Moretti era il più importante autore italiano, ogni suo film era un evento atteso. Caro diario del 1993 è forse il suo capolavoro, l’opera più matura di “uno splendido quarantenne” che ancora sapeva raccontare se stesso e l’Italia con il suo stile graffiante, surreale e a tratti ironico come solo la grande commedia all’italiana era stata capace di fare. Diviso in tre episodi (celeberrimo il suo girovagare in vespa tra le strade deserte di Roma che si conclude con un commovente omaggio a Pasolini), il film, intimamente legato all’uomo Nanni Moretti, passa dalla commedia al dramma con incantevole leggerezza. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 20 ottobre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
NON ODIARE

di Mauro Mancini – Italia, 2020 – 96′
con Alessandro Gassmann, Sara Serraiocco
Tratto da una storia vera, Non odiare è il film italiano che ha lasciato la traccia più profonda alla Mostra di Venezia. Diretto da Mauro Mancini e interpretato da un Alessandro Gassman alla sua prova attoriale più convincente, Non odiare è una parabola di strettissima attualità per quanto affonda le radici della propria narrazione nei drammi della Shoah. La storia di Simone Segre, figlio di un sopravvissuto alla persecuzione nazista degli ebrei e del suo incontro con la faccia oscura dell’intolleranza neofascista non lasciano indifferenti e offrono un vivido ritratto di certa nostra contemporaneità. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 27 ottobre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
NOTTURNO

di Gianfranco Rosi – Italia, 2020 – 100′
In collaborazione con Amnesty International
Presentato in Concorso al Festival di Venezia 2020, l’ultimo docufilm di Gianfranco Rosi (Fuocoammare) è un viaggio dentro la guerra, o meglio nei luoghi dove le guerre mediorientali hanno lasciato il segno dentro i volti che le abitano, dove hanno prodotto le indicibili sofferenze che le attraversano. Il risultato è il resoconto per immagini di tre anni di ricerca trascorsi lungo le zone di confine tra Siria, Libano, Iraq e Kurdistan. Con la ormai consolidata cura nella composizione delle immagini (bellissima la fotografia di Luca Bigazzi), Rosi racconta una umanità dolente senza il ricatto del pietismo. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 3 novembre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Il cinema ritrovato
ACCATTONE

di Pier Paolo Pasolini – Italia, 1961 – 116′
con Franco Citti, Franca Pasut
Con Accattone Pasolini segna il suo folgorante esordio cinematografico nel 1961 e, come nella sua produzione letteraria precedente, mette al centro della storia i ragazzi delle borgate romane e la loro derelitta quotidianità. Allontanandosi dall’esperienza neorealista, Pasolini racconta i suoi “ragazzi di vita” con attenzione pittorica alla composizione delle immagini e l’ausilio della musica classica (in particolare Bach) che sottolinea la sacralità cristologica dei personaggi che tratteggia. Tra i molti attori non professionisti compaiono i fratelli Citti e una insospettabile Elsa Morante in un cameo. Lo riproponiamo in occasione del 45° anniversario della morte di Pasolini. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Il film è preceduto dal cortometraggio OMELIA CONTADINA di JR e Alice Rohrwacher (Italia, 2020 – 10′) – Una comunità contadina si riunisce su un altopiano al confine fra tre regioni per celebrare il funerale dell’agricoltura contadina. Un’azione cinematografica per scongiurare la scomparsa di una cultura millenaria.

Martedì 10 novembre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
SIBERIA

di Abel Ferrara – Ita/Ger/Mex, 2020 – 92′
con Willem Defoe, Dounia Sichov
Abel Ferrara è tornato ed è in grande forma. Siberia è un film degno del suo miglior cinema in cui ritrova l’attore feticcio Willem Dafoe a cui offre un one man show tra i ghiacci sperduti dell’Asia dove Clint (Dafoe stesso) si è ritirato per gestire una locanda che dà ristoro ai pochi viandanti che si avventurano da quelle parti. L’estrema solitudine del protagonista offre a Ferrara l’ideale spunto narrativo per portare in scena le sue ossessioni, le sue paure in un viaggio carico di suggestioni oniriche nel profondo della psiche. Quello di Ferrara è un cinema estremo, che si ama o si odia, ma è necessario perché non è mai banale o scontato. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 17 novembre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
DOGTOOTH

di Yorgos Lanthimos – Grecia, 2009 – 93′
con Christos Stergioglou, Michele Valley
Yorgos Lanthimos (La favorita e Il sacrificio del cervo sacro) è certamente uno degli autori europei contemporanei più interessanti. Prima ancora che il suo nome circolasse nel cinema mainstream, i suoi film lasciavano un segno nei festival più importanti del mondo. Questo Dogtooth del 2009 è passato per il festival di Cannes dove ha vinto un premio nella sezione Un certain regard, colpendo per uno stile che il regista greco affinerà nei film successivi ma che era già ben connotabile e incisivo. Nella storia di una famiglia i cui figli sono ostaggio di un padre padrone si intravedono i germi di un sicuro autore. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 24 novembre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Prime visioni
SEMINA IL VENTO

di Danilo Caputo – Italia, 2020 – 91′
con Yile Yara Vianello, Caterina Valente
Danilo Caputo nel 2015 realizza un piccolo gioiello come La mezza stagione, film lirico e magico, poi scompare, emigra all’estero e fa il postino a Parigi, ma non si arrende, torna in Italia e lotta per realizzare il suo secondo lungometraggio che, raccontando di Nica, una studentessa pugliese che dopo tre anni di assenza torna nella sua terra per “ripartire” nonostante le difficoltà e le arretratezze del contesto, in fondo, racconta un po’ anche la sua storia: quella di chi non si dà per vinto tanto facilmente. Una volta tanto il cinema veicola un messaggio di speranza anche per una terra martoriata come quella del sud Italia. – PRENOTA IL BIGLIETTO

Martedì 1 dicembre 2020 ore 21.00
Cinema Astra – Evento speciale
Proiezione in collaborazione con l’Associazione
Maschile Plurale Lucca
FILM DA DEFINIRE

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!
Clicca qui per restare aggiornato sul programma del Cineforum