programma settimanale

9-14 MARZO 2019 – I film della settimana a Lucca e Capannori

Sabato 9 marzo 2019 ore 20.00 22.00 – Domenica 10 marzo 2019 ore 18.30 20.30
Cinema Artè Capannori
DOMANI E’ UN ALTRO GIORNO
di Simone Spada – Italia, 2019 – 100′ con Valerio Mastandrea, Marco Giallini, Anna Ferzetti
La storia della profonda amicizia tra Giuliano (Marco Giallini), attore piuttosto noto che vive e lavora a Roma, e Tommaso (Valerio Mastandrea), insegnante e ricercatore nel campo della robotica trasferito in Canada. Tra momenti divertenti e altri drammatici, humour, complicità e commozione, i due si ritroveranno a trascorrere quattro indimenticabili giorni insieme. Seduttore e innamorato della vita, Giuliano è condannato da una diagnosi terminale il suo compito più doloroso è trovare una sistemazione a Pato, il suo meraviglioso e tenerissimo amico a quattro zampe.

Lunedì 11 marzo 2018 ore 21.00
Cinema Artè Capannori – Un certo sguardo femminile
NOME DI DONNA
di Marco Tullio Giordana – Italia, 2018 – 97’ con Cristiana Capotondi
Nome di donna, diretto da Marco Tullio Giordana, narra la storia di Nina (Cristiana Capotondi), una giovane madre single che all’inizio dell’estate decide di lasciare Milano e di trasferirsi con la figlia in un paesino della bassa Lombardia. Qui Nina trova impiego in una prestigiosa clinica privata per anziani, dove ha modo di relazionarsi con le altre donne che vi lavorano, alcune italiane e molte straniere. Questo luogo elegante e quasi fiabesco, però, cela uno scomodo segreto, legato al torbido sistema di favori messo in piedi da Marco Maria Torri (Valerio Binasco), il manager della struttura. Quando Nina scoprirà tutto, verrà inizialmente isolata dalle colleghe, preoccupate di perdere il posto di lavoro. Ma ben presto troveranno tutte la forza di affrontare il direttore e lanciarsi in un’avvincente battaglia per i loro diritti e la loro dignità di donne.
“E’ un film importante importante e da vedere assolutamente, che ci invita a riflettere su quante donne abbiano accettato come un dato di fatto, per decenni, una cultura della sopraffazione a cui ci si può ribellare e che si contrasta spezzando un silenzio che ha tutto l’amaro sapore di una complice omertà”. (Daniela Catelli – Comingsoon.it) – Ingresso gratuito in collaborazione con il Comune di Capannori e la Commissione Pari Opportunità

Martedì 12 marzo 2019 ore 19.00
Cinema Astra – Il cinema ritrovato
JULES E JIM
di François Truffaut – Francia, 1962 – 110’ con Jeanne Moreau, Oskar Werner, Henri Serre
La dolce vita secondo Truffaut. Nella Parigi bohémienne negli anni Dieci, due uomini e una donna provano ad amarsi oltre le regole, attraverso il tempo, la guerra, matrimoni e amanti, accensioni e delusioni: Jeanne Moreau con i suoi travestimenti, il suo broncio altero, la sua voce magica percorre tutti i tourbillons de la vie, ma alla fine è lei a non saper accettare la resa. “Abbiamo giocato con le sorgenti della vita, e abbiamo perso”. Appunto il film definitivo sul perdere, sul perdersi. Capolavoro d’utopia dolcemente amorale, infinitamente replicato in tanti film à la manière de.

Martedì 12 marzo 2019 ore 21.30
Cinema Astra – Prime visioni
UN VALZER TRA GLI SCAFFALI
di Thomas Stuber – Germania, 2017 – 125’ con Sandra Hüller, Franz Rogowski
Dopo aver perso il suo lavoro nel settore delle costruzioni, Christian trova una nuova occupazione come magazziniere in un mercato all’ingrosso, dove viene preso sotto l’ala protettiva di Bruno. Sincero e malinconico, quando conosce la misteriosa e sposata Marion, Christian vivrà con lei un amore delimitato dallo spazio del solo mercato. «Aperto dalle note del Sul bel Danubio blu di Strauss che echeggiano tra i corridoi del magazzino, Un valzer tra gli scaffali di Thomas Stuber ha la poesia, l’umanità e l’amarezza delle piccole, irrisolte, silenziose commedie quotidiane, dove cinque minuti passati insieme nella Siberia (il reparto surgelati) o un cioccolatino con una candelina accesa nel giorno del compleanno possono scaldare il cuore». (Emanuela Martini, «Film Tv»)

Mercoledì 13 marzo 2019 ore 21.00
Auditorium Fondazione Banca del Monte
Storie dalla frontiera
I SEGRETI DI WIND RIVER
di Taylor Sheridan – Usa, 2017 – 107’ con Jeremy Renner, Elizabeth Olsen
Miglior regia Un certain regard al Festival di Cannes
Cory (Jeremy Renner) è un uomo che combatte contro i demoni del passato. Non si è mai ripreso dalla scomparsa della figlia, e passa le sue giornate a Wind River, dando la caccia agli animali feroci. La monotonia della sua esistenza viene scossa dal ritrovamento di un cadavere congelato.
Taylor Sheridan prosegue nella sua riflessione sui dimenticati, che abitano lungo la frontiera americana. Nei suoi film, l’America abbandona i figli più lontani, li porta alla disperazione, alla follia, e non hanno altra scelta che diventare criminali.
Wind River è un urlo di disperazione, di solitudine, è un tributo a un cinema classico che non si fa più. Cory rappresenta l’antieroe, il vendicatore della notte che protegge i più deboli. La poesia si fonde con i paesaggi mozzafiato, con la colonna sonora di Nick Cave e Warren Ellis, nella desolazione di un’America che ha dimenticato se stessa.(Gianluca Pisacane, «Rivista del Cinematografo»)

Giovedì 14 marzo 2019 ore 20.00
Cinema Artè Capannori
FIRST MAN – IL PRIMO UOMO
di Damien Chazelle – Usa, 2018 – 138′ con Ryan Gosling, Claire Foy, Jon Bernthal
Il regista Damien Chazelle e il protagonista Ryan Gosling tornano a lavorare insieme nel film First Man – Il Primo Uomo, che narra l’avvincente storia della missione della NASA per portare un uomo sul luna. Il film si concentra sulla figura di Neil Armstrong e sugli anni tra il 1961 e il 1969. Resoconto viscerale in prima persona, basato sul libro di James R. Hansen, il film esplorerà i sacrifici e il costo che avrà per Armstrong e per l’intera nazione, una delle missioni più pericolose della storia.