programma settimanale

1-5 DICEMBRE – I film della settimana a Lucca e Capannori

Saoirse Ronan (Chesil Beach)

Sabato 1 dicembre ore 20.00 22.00
Domenica 2 dicembre ore 18.00 20.00
Lunedì 3 dicembre ore 21.00
Cinema Artè Capannori
CHESIL BEACH
di Dominic Cooke – GB, 2018 – 105′ con Saoirse Ronan, Emily Watson, Billy Howle
Sceneggiatura: Ian McEwan dal suo omonimo romanzo
Chesil Beach, il film di Dominic Cooke basato sul romanzo best-seller di Ian McEwan, racconta la storia dell’amore tra la ricca e ambiziosa violinista Florence (Saoirse Ronan) e il modesto e promettente storico Edward (Billy Howle), prigionieri dei tabù di un’epoca e delle convenzioni familiari e sociali nell’Inghilterra dei primi anni 60, pochi anni prima della rivoluzione sessuale.
I due giovani si amano molto, ma alla vigilia della loro prima notte di nozze, il loro discorso amoroso non va oltre le parole. E in una zona remota della spiaggia di Chesil Beach, i due si troveranno ad affrontare le loro profonde differenze.

Martedì 4 dicembre 2018 ore 21.30
Cinema Astra Lucca – Il cinema ritrovato
L’APPARTAMENTO
di Billy Wilder – Usa, 1960 – 125’ con Jack Lemmon, Shirley Mc Laine, Fred McMurray
5 Premi Oscar: miglior film, regia, sceneggiatura, scenografia montaggio
Mescolare commedia e dramma è notoriamente difficile, ma L’appartamento lo fa sembrare facile. Come un Martini perfettamente dosato, il film ha quel tanto di emozione che basta a compensare il suo paralizzante caustico cinismo. Il risultato è uno dei film più amati e appaganti di Billy Wilder. Tra satira spietata e fascino esuberante, L’appartamento alterna momenti dolorosi come un pugno allo stomaco e scene esilaranti. Wilder prende la storia pruriginosa di un impiegato che per far carriera presta il suo appartamento ai superiori in vena di scappatelle e la trasforma in una sorprendente e sentita difesa della dignità umana. Jack Lemmon, mai così divertente e così commovente, è un uomo che fa del suo meglio per conformarsi a una cultura volgare, superficiale e spudoratamente sessista. Shirley MacLaine infonde un brio corroborante in colei che è una vittima di tale cultura, una donna che sembra prendere le distanze da se stessa esprimendo commenti taglienti sul proprio pathos.

Mercoledì 5 dicembre 2018 ore 21.30
Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca 
Ingmar Bergman: ritratti femminili
L’IMMAGINE ALLO SPECCHIO 
di Ingmar Bergman – Svezia, 1976 – 110’ con Liv Ullmann, Erland Josephson
Jenny fa la psichiatra. Aspetta che il marito e i figli si assentino per tornare nella casa dei nonni, in cerca forse di se stessa. Quello che invece trova è un mondo angoscioso, dove i fantasmi dell’esistenza arrivano per tormentarla. Jenny si confida con un collega ma neanche questo sembra darle sollievo. Il titolo originale, Faccia a faccia, completa la citazione paolina iniziata in Come in uno specchio, cioè il superamento dei limiti dell’esperienza umana quando il volto di Dio sarà visio beatifica: «Videmus nunc per speculum in ænigmate, tunc autem facie ad faciem». Forse la più grande interpretazione di Liv Ullmann.

Scarica la scheda del film in pdf

 

Ezechiele

Commenta!

Clicca qui per commentare